La notte oscura

michele dolz notte oscura

La notte oscura, sommerge, dissolve, sottrae. Come cinghiale del bosco abbatte la cinta e annienta la vigna ben coltivata.

Ma la notte oscura non inghiotte la notte oscura. Non ce la fa. Qualcosa lascia sempre. Fosse anche solo vento e pietra su cui inciampare.  Qualcosa resta. Come nel buio del sepolcro, quando rimase quel bordo squadrato dal vuoto.

Ecco allora la montagna nella notte. Per quanto nera rimane sempre quella linea in cima alla montagna, soglia del cielo. Qualcosa c’è. Pietra scartata, ma c’è. Inscalfibile. E se c’è montagna, per quanto grande, per quanto nera, allora c’è anche il cielo.

La Notte Oscura è il titolo di una serie di quadri dipinti da Michele Dolz nel 2010.  Montagne notturne come impresa da compiere. Da risalire e da ridiscendere, come esercizio e ristoro per ogni montanaro della filosofia.

Annunci

Un pensiero su “La notte oscura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...