Le dodici ceste – 2

Chiedersi se la cultura possa creare sviluppo economico non ha tanto senso. Perché equivale a dire che lo sviluppo economico non è a sua volta cultura, che si può dare sviluppo economico senza cultura o peggio ancora che cultura sia quella cosa lì che sta per conto suo e che viene confezionata nelle terze pagine dei giornali.

Eppure in molti se lo chiedono, ci scrivono sopra libri e ci fanno corsi universitari. E se lo fanno il motivo c’è: il più delle volte le imprese non si interrogano su che cosa stanno facendo. Ma fanno e basta. Assumono la cultura che c’è e la danno per scontata, cercando di camparci sopra. A volte va bene e dura a lungo, ma in ogni caso a un certo punto finisce. Perché ogni cultura (che possiamo definire come un sistema assiomatico dato) ha dei limiti intrinseci e si basa su risorse definite. Ogni azione d’impresa assume una determinata cultura, ne esaurisce le risorse e la satura della propria produzione. Le imprese producono un valore complessivo fissato dai limiti dati dalla stessa cultura nella quale scelgono di muoversi.

Esempio. Se la mobilità individuale si basasse ancora sul cavallo, oggi saremmo bloccati, perché saremmo tutti sommersi dallo sterco.  La soluzione che rivoluzionò il sistema fu il motore a scoppio. A sua volta quella soluzione oggi è esausta e ci sta sommergendo di polveri sottili.

Ora, che ogni cultura, che ogni sistema assiomatico, abbia un limite intrinseco è nella natura delle cose. Il che non vuol dire che l’entropia sia ineludibile, l’universo una sorta di caldaia che si sta solo raffreddando, e che le industrie non facciano altro che accelerare l’entropia. Ma vuol dire che bisogna soffermare la propria attenzione sulla cultura della cultura,  ovvero sulla capacità di rivoluzionare il sistema assiomatico dato. Dobbiamo soffermarci su quale fattore permette di uscire da un sistema assiomatico dato ed è capace di generare nuova cultura, nuovi orizzonti e, necessariamente, nuovi limiti.

La riflessione su come la cultura (con al sua dotazione immateriale fatta di conoscenza, competenza, esperienza) sia implicata nei processi di creazione del valore economico diventa particolarmente interessante quando viene sviluppata attraverso il modello del distretto culturale evoluto.

(2 – segue)

Annunci

Un pensiero su “Le dodici ceste – 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...