Corpus Domini

L’Eucarestia è segno e insieme presenza autentica, vivente. Rappresentarla ovvero mettere in atto dei segni può porre dei problemi. Soprattutto quando i segni assumono una forma talmente forte e invasiva da spacciarsi per presenza loro stessi, nascondendo la loro natura deittica. E’ il caso, ad esempio, della televisione.

Come rappresentare allora il Corpo del Signore? Ecco un esempio magistrale che non subisce ma valorizza il linguaggio audiovisivo, dove non si inquadra tanto l’Eucarestia, ma i volti che si girano verso l’Eucarestia. “Il mio cuore e tutta la mia carne anelano al Dio vivente” (Sal. 83,3).

Fonte: Arcidiocesi di New York.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...